Home » Alla scoperta della street art di Atene

Alla scoperta della street art di Atene

Di Camilla
street art ad Atene-quartieri street art Atene-street art-Atene-Athens-Grecia-Greece-Europa

–  Atene: la street art nella capitale greca –

Atene non è solo templi e storia antica, la capitale Greca è anche un concentrato straordinario di street art. Ci sono quartieri i cui muri sono completamente ricoperti di murales, scritte e stencil. In questo articolo ti parlo delle zone di Atene con la maggior presenza di street art.

Passeggiando per la città, troverai opere in realtà un po’ ovunque, ma ci sono aree in cui la concentrazione è decisamente maggiore. Le tecniche utilizzate sono le più varie. In moltissimi casi c’è un chiaro tema politico: si tratta spesso di manifestazioni di protesta contro la linea di austerity e le scelte del governo. I graffiti sono diventati un chiaro strumento per far sentire la propria voce in un forte momento di crisi del paese. Mi ero informata un po’ prima di partire, ma solo una volta arrivata ad Atene mi sono veramente resa conto di quanti murales ci fossero in città. Molte sono state realizzate da artisti stranieri: italiani, francesi ma anche tedeschi. Poco prima che andassi ad Atene io, la crew tedesca 1UP (nota tra gli appassionati del genere) aveva proprio realizzato tante opere in città documentandole con un video.

Psiri-Murales-street art Psiri-street art-Atene-Athens-Grecia-Greece-Europa

Il murales nella piazzetta principale di Psiri

La street art è un aspetto significativo della città, ne rappresenta bene una delle sue anime (Qui avevo parlato del carattere di Atene e di cosa aspettarsi da questa città). Di seguito troverai i quartieri più interessanti e caratteristici per approfondire questo aspetto della capitale greca.

 

Street art ad Atene: i quartieri più interessanti

Psiri, quartiere di creativi

Psiri è probabilmente uno dei miei quartieri preferiti: ricco di locali, negozietti, vie addobbate e tanti murales. È molto centrale, praticamente accanto a piazza Monastiraki, dal lato opposto dell’Acropoli. Ho letto che ha subito un’enorme trasformazione in occasione delle olimpiadi: a vederlo oggi sembra impossibile pensare che fosse tanto malfamato come scrivono. Ora è uno dei quartieri più trendy della città, molto vivace anche di notte, quando i numerosi locali si riempiono di gente.

Psiri-murales-Murales Psiri-street art-Atene-Athens-Grecia-Greece-Europa

Uno degli stupendi murales di Psiri

 

L’area è piena di street art realizzata con tecniche diverse. Alcuni pezzi sono veramente stupendi, molti – come già accennato – hanno forti messaggi politici. Non ti fermare alla piazzetta principale, gira tutta l’area perché solo così potrai apprezzare tutte le opere più belle.

Psiri è in generale un quartiere piuttosto artistico, oltre ai murales troverai gallerie d’arte, studi di design e botteghe artigiane. Tra le particolarità di questo centralissimo quartiere di Atene c’è la via Pittaki dove, con un progetto che ha coinvolto la cittadinanza, è stata creata un’originale illuminazione fatta con vecchie lampade vintage di tutti i colori.

Psiri-arte Psiri-street art-Atene-Athens-Grecia-Greece-Europa

Via Pittaki, la cui illuminazione è fatta con vecchie lampade

.

Anafiotika, l’isola nella capitale

Se hai letto gli altri articoli (come questo dove indicavo le cose da vedere ad Atene), sai che questo è uno quartiere molto particolare, fatto di strette viuzze e casette bianche. Sembra di essere in un’isola greca più che nella capitale, ed in effetti fu costruito dagli abitanti di un’isola trasferitesi in città per lavoro. Non mi aspettavo di trovare tanta street art anche qui e invece ne è ricca. Tra Prytaniou e Stratonos c’è un vicoletto pieno di murales, ma andando in giro per le viuzze ne troverai anche altri.

I palazzi abbandonati diventano spesso il luogo preferito per queste manifestazioni artistiche e anche ad Anafiotika è così: per caso abbiamo scovato un palazzo abbandonato le cui pareti interne interne erano completamente coperte di murales, stilcker, stencil e scritte.

.
Exarchia, il quartiere anarchico

Exarcia è la zona anarchica di Atene, quella dei rivoluzionari, degli intellettuali di sinistri e dei centri sociali. È qui che nascono la maggior parte delle proteste, è qui che l’insofferenza alle politiche di austerity trova la più viva espressione.

Qui si trova anche il Politecnico, che anch’esso è centro di proteste e spesso tappezzato di striscioni. Syriza, sperando di catalizzare in qualcosa di più gestibile le proteste, vi ha aperto la sua sede giovani, che ora è piantonata da quattro militari in tenuta antisommossa, come abbiamo avuto modo di constatare. A prima acchito sembra un quartiere molto malandato, molti lo definiscono poco sicuro.

Lo abbiamo girato tanto perché ci ha colpiti e affascinati molto: devo ammettere che si respira un’atmosfera particolare, il senso d’insofferenza è palpabile, alcune vie sembrano poco sicure, ma ci sono anche tantissime piazzette e localini pieni di giovani dove ti viene subito voglia di sederti a chiacchiere e bere qualcosa.

La street art qui è veramente ovunque: quasi tutti i muri hanno murales, stencil, scritte. Non sai dove guardare. Moltissime, forse la maggior parte, sono opere a sfondo politico, con messaggi di protesta. Alcune sono anche in ricordo di vittime delle lotte recenti ma anche di quelle passate. È una galleria d’arte a cielo aperto che racconta molto bene le difficoltà affrontate dal popolo greco come pure la voglia di far sentire la propria voce.

.
Metaxourgeio, la nuova zona per la street art

Purtroppo l’abbiamo scoperto tardi perché non è molto segnalato tra le zone da vedere, quindi abbiamo avuto solo un paio d’ore per girarlo. Sono comunque bastate per vedere alcune opere veramente interessanti. Metaxourgeio era un quartiere industriale finito poi in un completo stato di abbandono. Ora è un’area in trasformazione: mentre in altre zone la riqualificazione sembra sia stata favorita dall’intervento amministrativo, qui invece pare essere più spontanea, almeno stando a quanto trovato online. Proprio per il cambiamento in atto, questo quartiere di Atene attira molto artisti che vengono qui a realizzare le loro opere.

 

murales-Metaxourgeio- street art-Atene-Athens-Grecia-Greece-Europa

Uno dei murales più affascinanti di Atene

 

È anche oggetto di iniziative di guerrilla gardening volte a dare un nuovo volto al quartiere. Purtroppo pare che sia ancora frequentato da diversi spacciatori e anche a noi è capito di assistere a scene non rassicuranti, ma è comunque una zona che si può tranquillamente visitare. Devo però ammettere che, forse per il poco tempo a disposizione, abbiamo fatto un po’ fatica a trovare le opere, quindi se hai poco tempo di suggerisco le altre zone.

 

Metaxourgeio-Atene-Athens-Grecia-Greece-Europa

Ad Atene i graffiti si trovano un po’ ovunque

 

Gazi, il fulcro della vita notturna di Atene

Uno dei quartieri più gettonati per la vita notturna è Gazi: a caratterizzarlo è sicuramente la presenza dell’ex centrale del gas oggi trasformata in un centro culturale. È proprio intorno a questo grande complesso che si sviluppa il divertimento: c’è una grande piazza piena di locali che la sera si animano fino a tardi. Le mura che circondano l’ex centrale, ma anche i palazzi della zona, sono spesso coperti di graffiti.

 

Koukaki, ai piedi dell’Acropoli

Avevo letto che anche questa zona, ai piedi dell’Acropoli dal lato opposto di Monastiraki, fosse una delle aree più alternative ed interessanti di Atene. Vi abbiamo fatto una lunga passeggiata, purtroppo però non ci siamo imbattuti in opere interessanti. So che c’è un bel pezzo all’Onassis Cultural Center ma non ho avuto modo di vederlo. Mi sento quindi di sconsigliarla, soprattutto perché le aree precedentemente citate sono stupende e meritano assolutamente una visita.

Questi quindi i quartieri più interessanti per apprezzare la street art di Atene, ma come dicevo all’inizio, pezzi bellissimi li troverai ovunque. Questo qui sotto l’abbiamo scovato nella via dello shopping, tra negozi di lusso.
Kolonaki-street art-Atene-Athens-Grecia-Greece-Europa

Un disegno su una parte di Kolonaki

.

.

 

Condividi l'articolo!

8 Commenti

Katja 29 Giugno 2018 - 12:20

Wow! Non mi sarei aspettata nulla del genere ad Atene neppure io: anzi, come ha scritto sopra Marina, da Atene mi aspetto più l’arte antica forse perché associamo la Grecia all’Antica Grecia. Ma comunque è da aspettarsi una reazione artistica in una città così legata all’arte e alla cultura ma anche allo stato economico-sociale che sta passando: l’arte può essere un modo di protesta!

Mi sono persa nel tuo post! Alcuni murales sono davvero belli ed interessanti 🙂

Reply
Camilla 29 Giugno 2018 - 14:39

Si, è stata una bellissima scoperta. Poi certo, il malessere sociale e le proteste hanno trovato ampissima espressione proprio in questa forma d’arte. Questa parte di Atene a me è piaciuta tantissimo.

Reply
Marina lo blundo 15 Giugno 2018 - 20:26

Ecco il post che non mi sarei aspettata su Atene. Hai ragione, la identifichiamo talmente con l’antichità greca che ciò che ha prodotto dopo il IV a a.C. ci interessa poco. E invece qui racconti una realtà interessante, stimolante, espressione del nostro tempo. Bello, molto molto bello.

Reply
Camilla 17 Giugno 2018 - 9:34

Grazie mille Marina. In effetti ci fermiamo molto sulla parte antica ma Atene ha anche altro. 🙂

Reply
Silvia 15 Giugno 2018 - 14:47

La Street art mi affascina molto. Sono stata ad Atene solo con una gita scolastica, quindi abbiamo visto poco e a dire la verità quel poco che ho visto non mi è piaciuto. Sicuramente è una città che devo rivalutare e rivedere.

Reply
Camilla 15 Giugno 2018 - 18:59

Ciao Silvia, Atene è una città particolare. Secondo me bisogna trascorrerci del tempo con calma per capirla un po’ meglio ed apprezzarla. All’inizio può fare un effetto strano, però poi secondo me ti conquista.

Reply
Silvia The Food Traveler 30 Maggio 2018 - 14:27

Mi salvo anche questo articolo oltre a quello sulle cose classiche perché da non molto ho prenotato un volo per Atene. All’inizio la consideravo come una destinazione “di ripiego” perché in realtà volevo andare a Belgrado ma non ho trovato voli a prezzi decenti, ma ora mi hai convinta sulla bellezza di Atene. Non vedo l’ora di andarci e nel frattempo spero di leggere altri tuoi post sulla città.
Grazie e buona giornata 😍

Reply
Camilla 30 Maggio 2018 - 16:55

Ciao Silvia, guarda anche io avevo qualche dubbio su Atene, alcuni me ne parlavano bene altri male. Poi però la città dal vivo mi ha colpito molto. Atene è particolare, ma ha un enorme fascino. Son contenta che tu abbia trovato utili i miei articoli. Vorrei scrivere un pezzo sui ristoranti/locali che mi son piaciuti di più, ma non so bene quando riuscirò a farlo. Se hai qualche domanda comunque chiedimi pure. Poi vorrò sapere le tue impressioni 😉

Reply

Scrivi un commento