Home » Consigli pratici su Copenaghen: come organizzare il viaggio e risparmiare

Consigli pratici su Copenaghen: come organizzare il viaggio e risparmiare

Di Camilla
museo del design- copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

 – Copenaghen, consigli utili –

Copenaghen è indubbiamente una città da visitare: dalle attrazioni all’atmosfera ha molto da offrire al viaggiatore. Ma prima di partire è utile sapere alcune cose, perché la capitale danese è anche molto costosa e alcuni accorgimenti sono necessari. In questo articolo troverai una serie di consigli pratici su Copenaghen, per pianificare al meglio il tuo viaggio.

Prima di passare ai suggerimenti concreti per organizzare il soggiorno, se non l’hai ancora letto ti segnalo anche il mio articolo su cosa vedere a Copenaghen in tre giorni, così ti farai già un’idea delle attrazioni principali da non perdere e non solo.

nihavn-copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

Le case colorate a Nihavn

Consigli pratici su Copenaghen

Scoprire la città con un tour guidato

Noi abbiamo visitato Copenaghen con la collaborazione dell’agenzia Linda Escursioni ed è stato particolarmente interessante ed utile. Visitare un luogo nuovo con un tour guidato permette di andare oltre i punti più turistici ed immergersi un po’ di più nella cultura del posto. È quello che è accaduto a noi con il tour di Linda Escursioni: siamo stati accompagnati da Valentina in un giro tra le tappe più classiche e quelle meno note della capitale danese, scoprendo angoli e curiosità che non avevamo trovato nei tanti articoli letti prima di partire.

Linda Escuriosni-copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

La bravissima Valentina dei tour guidati Linda Escursioni

Un tour come il loro ti permette però di andare oltre i luoghi e conoscere tanti aspetti della cultura locale che in pochi giorni non avresti modo di approfondire. Dopo le sue spiegazioni ci siamo innamorati della Danimarca: e non parlo solo della sua bellezza, ma proprio del modo in cui il Paese è organizzato, delle sue politiche sociali e dello stile di vita, ben diverso dal nostro (ma non è questo il luogo per approfondire questi aspetti).

centro storico copenaghen-copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

Una delle piazze del centro storico di Copenaghen

Linda escursione offre diversi tour, quello nel centro storico che abbiamo fatto noi, ma anche tour in barca e ai castelli. Sul loro sito troverai tutti i dettagli. Dimenticavo: i tour sono in Italiano, un plus per chi ha poca confidenza con l’Inglese.

Quando andare a Copenaghen

Se lo chiedessi ad un Danese ti risponderebbe probabilmente a dicembre, perché è il periodo in cui più si respira  l’atmosfera hygge, che tanto li caratterizza e che tanto ci tengono ad esaltare (l’hygge è difficile da tradurre ma è un po’ il piacere di immergersi in un’atmosfera rilassata, calda, circondati di amici e famiglia, godendo appieno di momenti semplici ma veri, il tutto spesso a lume di candela). Tra l’altro, dicono che a dicembre i giardini di Tivoli siano meravigliosi. Tieni presente però che le ore di luce sono pochissime e che fa molto freddo. Noi siamo andati ad inizio marzo e le temperature erano rigide: la sera buttavano il sale per non far ghiacciare le strade. Alle 17 però c’era ancora luce. L’estate probabilmente è il periodo migliore, perché ci sono tante ore di sole e temperature più miti.

nihavn-copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

Il caratteristico porto Nihavn

Consigli pratici su Copenaghen: come risparmiare 

Veniamo al punto che probabilmente preoccupa di più: i costi di un viaggio a Copenaghen. È inutile negarlo, è una meta costosa ed è difficilissimo risparmiare. I voli economici per raggiungerla si trovano facilmente durante l’anno, ma per il resto il budget sale.  Di buono c’è che la città non è molto grande: con tre/quattro giorni pieni si vedono moltissime cose, con tanto di gita fuori porta. Passiamo quindi ai consigli pratici su come risparmiare a Copenaghen.

Scegliere una struttura a metà tra ostello e hotel

Tra gli aspetti che incidono economicamente di più in un viaggio a Copenaghen c’è sicuramente l’alloggio: gli hotel sono molto costosi e spesso di lusso. Il mio suggerimento è di prendere una struttura che sia a metà tra ostello e hotel. Ce ne sono diverse in città. Potrai optare per la camera privata con bagno, come abbiamo fatto noi, pagando meno che in un hotel. Ovviamente, dovrai rinunciare ai servizi standard di un albergo perché funziona tipo ostello. Ti consigli di sceglierne uno centrale così da poterti muovere facilmente a piedi.

scorci copenaghen-copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

Uno scorcio del centro di Copenaghen

Compra il cibo nei supermercati

In un elenco di consigli pratici su Copenaghen non poteva mancare un punto dedicato ai pasti: il cibo è infatti un altro aspetto che incide molto sul budget. Ci sono locali stupendi e piatti ottimi (sono molto attenti anche alle produzioni bio), ma i prezzi sono decisamente alti. Ti faccio un esempio: per un buon panino vegetariano e due birre artigianali in un bel locale abbiamo speso sui 65 euro. Una soluzione è optare per una pausa pranzo veloce con i prodotti del supermercato e la cena seduti comodi in un ristorante. Rispetto ai negozi di altre città i prezzi non sono bassi, ma sono sempre più economici che consumare ogni pasto nei ristoranti (a breve però ti parlerò meglio anche di alcuni locali da non perdere, mercati inclusi).

Copenaghen card, è veramente utile?

Ho fatto vari conti e ipotesi, ma alla fine, in base alla mia esperienza, posso dire che la Copenaghen card non è così vantaggiosa. La carta infatti è piuttosto costosa per quanto concretamente si riesce ad usarla. È vero che permette di spostarsi con i mezzi pubblici liberamente e garantisce l’accesso a molte attrazioni, ma va tenuto conto che gran parte dei posti si possono raggiungere comodamente a piedi e i mezzi si usano poco.

nihavn-copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

Il castello di Rosenborg

Inoltre, dato che molte attrazioni chiudono presto, in un giorno si riescono a fare poche tappe in musei e castelli, quindi la convenienza della card si riduce drasticamente. Quello degli orari è un aspetto da tenere bene in considerazione quando si pianifica l’itinerario, nei mesi invernali molte attrazioni aprono alle 11 e chiudono alle 15. D’estate l’orario si allunga un po’, ma dato il costo elevato la card a mio parere non offre grandi vantaggi.

Girare Copenaghen a piedi ma non rinunciare del tutto ai mezzi

Come scrivevo sopra, molti dei luoghi d’interesse di Copenaghen si possono raggiungere a piedi. I mezzi servono più che altro per vedere la Sirenetta, Nørrebro, i famosi elefanti della Carlsberg e poco altro. Il biglietto giornaliero copre 24 ore e può essere di due tipi: uno comprende una zona più ristretta, mentre l’altro un’area più ampia, che include la periferia e alcuni paesini nei pressi della capitale (anche i castelli fuori Copenaghen).

 

castello Frederiksborg-castelli danimarca-copenaghen-copenhagen- Danimarca-Europa

Il castello di Frederiksborg fuori Copenaghen

Il mio suggerimento è fare il biglietto per 24 ore il giorno che si arriva, sfruttandolo per il tragitto dall’aeroporto e per vedere subito qualcosa di distante dal centro. Potresti poi fare un secondo biglietto da 24 ore per la zona più ampia il giorno prima di ripartire, per una visita fuori Copenaghen e abbinarci il viaggio verso l’aeroporto. Noi abbiamo fatto così e in questo modo siamo riusciti a vedere molte cose in un tempo ridotto, abbreviando infatti gli spostamenti, e riuscendo ad andare al castello di Frederiksborg (fuori città).

I biglietti giornalieri possono infatti essere un ottimo sistema quando si hanno pochi giorni e si desidera fare molte tappe. Un aspetto da non sottovalutare è il freddo, d’inverno (incluso marzo) le temperature sono rigide e poter fare qualche tratto in bus può agevolare non poco.

Rinunciare ai castelli meno affascinanti

Anche gli ingressi a musei e castelli non sono economici. Potresti rinunciare a qualche attrazione per risparmiare: personalmente ti suggerisco di non perderti il Rosenborg, di tralasciare Amalienborg e al Christiansborg di vedere le sale di rappresentanza ma tralasciare il resto se non hai tempo. Per quanto riguarda i musei io suggerirei quello del design, di cui ho parlato anche nell’articolo sulle cose da vedere a Copenaghen.

Christiansborg-danimarca-copenaghen-copenhagen-Europa

Il palazzo di Christiansborg

Molti guardano alla capitale danese con perplessità, soprattutto per l’aspetto economico, spero che questi consigli prati pratici su Copenaghen ti possano essere d’aiuto per organizzare un viaggio in questa incantevole città.

.

.

.d

Condividi l'articolo!

4 Commenti

Dove mangiare a Copenaghen: ristoranti, mercati e birrerie - E allora parto 15 Settembre 2019 - 22:36

[…] premessa è d’obbligo: Copenaghen è costosa (ne ho parlato anche nell’articolo dedicato ai consigli pratici su Copenaghen) e quando ci si siede a tavola la cosa si nota pesantemente. Credo sia uno dei posti in Europa dove […]

Reply
Escursioni da Copenaghen: il castello di Frederiksborg - E allora parto 1 Giugno 2019 - 15:33

[…] nella scoperta della capitale  (Linda escursioni di cui ti ho parlato anche nell’articolo sui consigli pratici su Copenaghen) ce lo aveva consigliato come gita dalla capitale. Alla fine, posso dire che è stato un ottimo […]

Reply
Visitare Christiania, il quartiere libero di Copenaghen - E allora parto 4 Maggio 2019 - 15:30

[…] Dal centro si può raggiungere Christiania anche a piedi camminando per oltre 20 minuti ma io consiglio di prendere il bus (9A) o la metro e fermarsi a Christianshavn e da lì proseguire a piedi (500/600 metri in direzione della chiesa con il tetto a spirale). Ci sono due accessi principali al quartiere libero: uno a poca distanza dell’altro. L’ingresso è gratuito. All’interno è sconsigliato fare foto, soprattutto nell’area in cui ci sono i banchetti della droga. Noi abbiamo fatto i pochi scatti che vedi nei punti meno frequentati e comunque prestando attenzione a non ritrarre le persone da vicino. Se vuoi qualche dritta in più qui trovi tutti i miei consigli pratici per organizzare un viaggio a Copenaghen. […]

Reply
Cosa vedere a Copenaghen in tre giorni - E allora parto 31 Marzo 2019 - 18:33

[…] Questo è quello che siamo riusciti a vedere noi a Copenaghen in tre giorni, ma considera che metà dell’ultimo giorno lo abbiamo dedicato ad uno dei castelli più belli della Danimarca, a circa un’ora dalla capitale (ne parlerò a breve in un altro articolo). Se stai pensando ad un viaggio nella capitale danese ti suggerisco anche questo articoli con tanti consigli pratici su Copenaghen e su come risparmiare. […]

Reply

Scrivi un commento

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di uso. Fornisci il tuo ok o scopri di più per gestirli come preferisci. Accetta Leggi di più