Home » Cosa vedere ad Osaka in un giorno

Cosa vedere ad Osaka in un giorno

Di Camilla
cover-osaka-insegne di Osaka-insegne dotombori-cibo giappone-japanese food-dotombori-Osaka-Giappone-Japan-Asia

– Osaka: una visita di un giorno –

Quando penso ad Osaka le prime immagini che mi vengono in mente sono quelle delle straordinarie insegne dei locali di Dotombori: impressionanti riproduzioni delle specialità culinarie giapponesi. Quando arrivi in questa zona di Osaka ti sembra quasi di essere in un grande cartone animato super colorato e pieno di effetti speciali. 

Osaka l’avevamo inserita nel nostro itinerario di due settimane in Giappone per necessità, perché da lì ripartiva il nostro volo. Visto che dovevamo andarci, abbiamo deciso di trascorrerci l’intera giornata arrivando in mattinata. Provenendo da Kyoto, che per me è stata un’immersione nel Giappone più tradizionale, Osaka mi ha catapultata nuovamente nel caos e nell’eccentricità del Giappone più futurista e stravagante. Se hai in programma un viaggio nel Paese del Sol Levante ti consiglio di trovare il tempo di visitare anche Osaka, perché nasconde delle chicche che meritano veramente.

 

Osaka: cosa vedere in un giorno

Osaka è la terza città del Giappone e da un punto di vista commerciale ed economico ricopre una notevole importanza, anche se l’enorme crescita di Tokyo l’ha messa in secondo piano. È particolarmente famosa per le sue luci, i neon e l’ottimo cibo (tra poco ti darò anche qualche suggerimento in merito). In una giornata riuscirai a goderti le maggiori cose da vedere ad Osaka, continua a leggere per scoprire le tappe che non devi perderti secondo la mia esperienza.

insegne-osaka-dotombori-pubblicità-osaka-giappone-japan-asia

L’ingresso a Dotombori con i suoi mega-schermi luminosi

Dotombori, tra insegne fantastiche e cibo di ogni tipo

Partiamo subito dal pezzo forte, almeno secondo me: un giro a Dotombori è una delle cose da fare a Osaka, non c’è dubbio. Il nome deriva dal canale Dotombori-gawa che in pratica l’attraversa. Dotombori è un’esplosione di luci, colori, neon e insegne che sono delle vere opere d’arte pop. Di norma il primo impatto è con la miriade di schermi luminosi, di cui il più famoso è sicuramente quello delle caramelle Glico, con un atleta che corre.

insegna-glico-osaka-insegne-neon-osaka-giappone-japan-asia

I famosi schermi luminosi di Osaka

La prima insegna di questa azienda fu installata nel 1935, realizzata con tubi al neon alti 33 metri. Nel 1998  è stata installata una nuova versione e nel 2008 i neon sono stati sostituiti con dei led. Dal punto d’ingresso a Dotombori si può godere di un bella vista sul canale, che di notte s’illumina tutto.
Parallela al canale c’è la famosa strada Dotombori, piena di ristoranti con delle insegne pazzesche che rappresentano le specialità servite nei locali, dalla tipologia di pesce o carne al piatto completo. Ce ne sono veramente tante, camminavo con la testa all’insù e non sapevo dove guardare. Alcune sono meccanizzate e sembrano giostre di un grande parco giochi.

Questa zona è perfetta anche per assaggiare le specialità giapponesi, seduti in uno dei ristoranti o approfittando dello street food. Ma anche comprando qualche snack confezionato: in Giappone ci sono varianti di barrette di cioccolato, patatine e salatini talmente particolari che risultano difficili da immaginare. Un giro a Dotombori basterebbe da solo per giustificare una tappa ad Osaka. Dimenticavo, noi ci siamo arrivati nel tardo pomeriggio, ma con il calar della sera si anima sempre di più.

Ad Osaka è d’obbligo l’Okonomiyaki

Come ti accennavo all’inizio, Osaka è famosa anche per il cibo e l’Okonomiyaki è una delle specialità tipiche. Noi l’abbiamo mangiato in un moderno ristorante appartenente alla catena Chibo, nei pressi di Dotombori. L’Okonomiyaki è una frittata fatta con uova, noodles e altri (tanti!) ingredienti che viene preparata davanti ai tuoi occhi. Difficile spiegarla a parole, bisogna assaggiarla.

preparazione-okonomiyaki-okonomiyaki-cibo-giapponese-japanese-food-giappone-japan-asia

L’okonomiyaki, la specialità di Osaka

Shinsaibaishi e lo shopping folle

A Dotombori noi siamo arrivati passando per Shinsaibaishi: una lunga zona commerciale con una vera e propria galleria coperta di negozi (la Shinsaibaishi arcade): decisamente una delle zone da vedere ad Osaka. Ci sono store di tutti i tipi e dimensioni, dai grandi brand a quelli meno conosciuti. Un luogo perfetto per fare shopping.

Shinsaibashi-Shinsaibashi-arcade-Osaka-Giappone-Japan-Asia

Lungo la via commerciale di Shinsaibashi

 

Quando ci siamo stati noi era periodo di saldi e quasi davanti ad ogni punto vendita c’era una sorta di promoter, che con cartelloni in mano attirava la clientela annunciando sconti ed offerte speciali. È una cosa piuttosto curiosa, considerando la grande attenzione che i giapponesi hanno per la discrezione e il silenzio in pubblico. Almeno a me non era capitato di vederli in altre città, ma in Giappone sotto saldi era pieno.

 

strilloni-shinsaibashi-osaka-Giappone-Japan-Asia.

Gli strillone che propongono offerte

Per arrivarci basta prendere la metropolitana Shinsaibashi. Lì c’è un grande viale (Mido-suji), ad est c’è questa grande area commerciale, ad ovest un’altra zona piuttosto famosa di Osaka: Amerika-Mura.

Amerika-Mura, l’anima americana in Giappone

Amerika-Mura è una zona piena di negozi, bar, street art e locali notturni. Il nome è lagato al fatto che al termine della Seconda Guerra Mondiale qui spuntarono tantissimi negozi che vendevano prodotti tipicamente americani. Oggi è un’area dove si possono ammirare tutte le tendenze dell’occidente. Noi purtroppo l’abbiamo girata poco perché si stava facendo tardi e dovevamo rientrare in hotel, visto il volo del giorno dopo.

Umeda Sky Building

Si tratta di un edificio molto futuristico non lontano dalla stazione centrale di Osaka. La forma richiama un arco di trionfo, ovviamente in versione moderna: due altissime torri collegate in cima da una terrazza panoramica. Viene considerato uno dei 20 edifici più spettacolari al mondo ed offre una veduta senza pari sulla città.

Umeda-sky-building-osaka-grattacielo-osaka-Giappone-Japan-Asia

L’Umeda Sky building, uno dei simboli di Osaka

umeda-sky-building-da-sotto-osaka-Giappone-Japan-Asia

Il futuristico Umeda Sky building

Il Castello di Osaka

Dopo aver parlato dell’Osaka più moderna e un po’ pop, passiamo ora a quella più tradizionale, almeno all’apparenza. Il Castello di Osaka è un grande edificio dall’aspetto estremamente scenografico, ma purtroppo non è originale. Per questo noi abbiamo deciso di vederlo solo da fuori. Ci siamo documentati molto prima di andarci, ma tutti i pareri coincidevano sul fatto che una visita all’interno è piuttosto deludente.

castello-di-Osaka-panoramica-castello-osaka-Giappone-Osaka-Japan-Asi

Una veduta del castello di Osaka

Il castello fu fatto costruire dal generale Toyotomi Hideyoshi una volta portata a termine la riunificazione del Giappone, verso la fine del XVI secolo. Negli anni però fu più volte distrutto e ricostruito. L’attuale edificio è del 1931, restaurato nel 1997. Nonostante dentro non sia particolarmente interessante, io credo che almeno da fuori valga la pena vederlo e per questo l’ho inserito tra le cose da fare ad Osaka.

castello-di-osaka-Osaka-Giappone-Japan-Asia

Il castello di Osaka

Templi di Osaka

In una giornata non saremmo riusciti a visitare anche i tempi e santuari segnalati, quindi abbiamo deciso di fare una veloce tappa al Ohatsu Tenjin, famoso perché qui una prostituta e il suo amante si tolsero la vita non potendo coronare il loro sogno d’amore. Per via di questa storia, spesso questo santuario shintoista è scelto come meta di preghiera dagli innamorati.

tempio-osaka-osaka-Giappone-Japan-Asia

Gli stupendi tamburi decorati

Occhio ai tombini di Osaka

No, non sono impazzita: i tombini di Osaka sono veramente uno spettacolo, almeno in alcune zone della città. Me ne sono accorta recandomi all’Umeda Sky Building quando ho notato che sui tombini era riprodotto il castello. Insomma, un dettaglio che completa il quadro di una città estremamente particolare.

Osaka-castello di Osaka-tombini Osaka-Giappone-Japan-Asia

I decorati tombini di Osaka

.

.

 

 

Condividi l'articolo!

8 Commenti

Zucchero Farina in viaggio 31 Agosto 2018 - 13:59

L’informazione sui tombini è essenziale per me! Un gioco che potrebbe essere molto divertente per i bambini, lo abbiamo fatto a Colmar e a Bratislava ed è un grande incentivo per farli camminare!

Reply
Camilla 1 Settembre 2018 - 23:13

Ciao, ma che bella idea stimolare in bambini in questo modo. 😉

Reply
Valeria (@chiusiperferie) 3 Agosto 2018 - 22:23

Mi haI fatto sognare! Il Giappone è nella mia wish list proprio per la sua assoluta diversità rispetto ad ogni altro modello, anche se quello che descrivi dà l’idea di un mondo un po’ “schizzato”! Grazie per avermi fatto viaggiare ad Osaka

Reply
Camilla 4 Agosto 2018 - 8:16

Ciao Valeria, grazie. In effetti il Giappone è un posto molto particolare, all’inizio ti senti un po’ frastornato. Ma è veramente un paese da visitare, io spero di tornarci presto. Ti auguro di poterlo visitare quanto prima.

Reply
Silvia 3 Agosto 2018 - 18:05

Molto interessante questo articolo. Mi sono soffermata soprattutto sulle immagini, mi hanno attirato molto. Il castello è meraviglioso, mi piacerebbe visitarlo, nonostante il Giappone non mi attira molto, però potrei cominciare con Osaka e poi…

Reply
Camilla 4 Agosto 2018 - 8:18

Ciao Silva, il Giappone è una sorpresa continua, tra modernità e tradizione. Spero che tu lo possa visitare prima o poi, perché sarebbe un viaggio molto affascinante.

Reply
Cassandra - Viaggiando A Testa Alta 3 Agosto 2018 - 16:02

Devo andarci qui un giorno! Il Giappone mi attira molto!

Reply
Camilla 4 Agosto 2018 - 8:19

Ciao Cassandra, te lo auguro perché è un paese pazzesco, difficile da immaginare se non lo si visita.

Reply

Scrivi un commento