Home » Street art in Abruzzo, Aielli museo a cielo aperto

Street art in Abruzzo, Aielli museo a cielo aperto

Di Camilla
Borgo universo ad Aielli-street art Abruzzo

– Street art ad Aielli –

C’è un borgo in Abruzzo che da qualche anno è diventato il regno della street art: è il comune marsicano di Aielli, in provincia de L’Aquila, a circa 1.021 metri d’altitudine.

Questo piccolo paese, diviso tra la parte alta storica e quella bassa ricostruita dopo il terremoto del 1915, ospita la manifestazione culturale Borgo Universo. Un’iniziativa, organizzata dai giovani del posto, che punta sull’arte urbana e le performance per valorizzare il paese, ridando vita a uno dei tanti borghi abruzzesi che sono a rischio spopolamento. Da quattro anni Borgo Universo ad Aielli invita writer provenienti da tutta italia e dall’estero che piano piano stanno riempiendo i muri del paese di stupende creazioni.

Borgo Universo ad Aielli, street art e non solo

In ogni edizione artisti differenti danno vita a nuove opere che si affiancano a quelle degli anni passati: per alcune settimane li si possono ammirare al lavoro ed è veramente molto affascinante vedere come le creazioni prendano forma. Durante i giorni della manifestazione ci sono anche altre esibizioni artistiche, musica, laboratori, un mercatino e alcuni stand gastronomici.

Gli organizzatori propongono visite guidate per scoprire tutte le opere: un’attività che hanno reso disponibile nei mesi estivi, anche al di fuori dei giorni dell’evento. In ogni caso, se non vuoi usufruire della visita guidata,  nel sito e nei canali social di Borgo Universo ci sono le mappe per capire dove si trovano i pezzi e nell’app Flico, scegliendo come località Aielli, troverai anche la spiegazione di alcuni murales. Di seguito inoltre troverai già alcune informazioni sulle opere.

Aielli tra street e astronomia

L’edizione di Borgo Universo del 2020 si è tenuta dal 15 luglio al 2 agosto e gli artisti coinvolti sono stati Millo, Sawe, An Wei, Holaf e C.A. Giardina. Io ho avuto la fortuna di vedere Millo al lavoro sabato 1° agosto.
Aielli però è famosa anche per la torre delle stelle, l’osservatorio astronomico situato nella torre trecentesca. Qui è possibile ammirare il cielo partecipando a visite guidate e occasionalmente anche a laboratori. Potrai così unire arte urbana e astronomia (per l’osservatorio conviene verificare la disponibilità).

Per me, che cerco la street art in giro per il mondo, è stata una stupenda scoperta sapere che nella regione in cui vivo c’è un posto così. Le opere sono molte e ce ne sono di spettacolari. Di seguito te ne presento alcune, giusto per darti un’idea.

Borgo Universo ad Aielli, la street art protagonista

Tra colori e linee

Sicuramente uno dei pezzi più noti è l’enorme parete colorata che ricopre uno degli ingressi del centro: è ormai il simbolo di Borgo Universo ad Aielli. E pensare che, come hanno spiegato i promotori, quella era in realtà una via poco frequentata del paese. Da zona anonima e di passaggio, ora è uno dei punti più visitati del borgo. L’opera si chiama Illuminary Palace ed è stata realizzata dallo spagnolo Okuda San Miguel.

borgo universo-Aielli-street art-abruzzo-aielli-borgo universo

Lo scenografico ingresso di Okuda San Miguel

Un mondo di colori sgargianti, che vuole spostare l’attenzione del passante dal grigiore della quotidianità, dai conflitti della vita moderna e dall’oppressione del capitalismo alla bellezza, regalando positività in luoghi pubblici.

light room-street art-abruzzo-aielli-borgo universo

Light Room

Non è un tripudio di colori ma un gioco di linee molto interessante Light Room di Never 2501, ispirato all’astrattismo. I tratti sono stati disegnati grazie ad un gioco di specchi che ha proiettato sul muro il riflesso della luce. L’idea alla base di ogni lavoro di questo artista è quella di eliminare il superfluo e gli ornamenti, per concentrarsi su emozioni e messaggi universali con linee e movimenti.

I pezzi sotto la torre

Impossibile non menzionare un altro murales decisamente fuori dal comune: Fontamara di Alleg. L’artista ha riprodotto in una parete sotto la torre astronomica l’intero libro di Ignazio Silone. Lo scrittore infatti era di Pescina, un paese limitrofo e proprio ad Aielli si era ispirato per la sua opera. Tra l’altro qui è stato girato buona parte del film Fontamara, con Michele Placido. L’impressionante opera è composta da trecentomila caratteri dipinti a mano e ormai è diventata il simbolo di Aielli insieme alla torre.

fontamara-street art-abruzzo-aielli-borgo universo

Fontamara

Non distante ci sono altri prezzi interessanti, come l’Albero di Alberto Cicerone, che celebra il connubio tra cielo e natura, e la Costituzione riprodotta sul muro che costeggia un parco per bambini, una scelta secondo me significativa. Sempre nei pressi della torre c’è un’altra opera che mi è piaciuta particolarmente: De-sidero di Gio Pistone. Si tratta di una rappresentazione figurata delle maggiori costellazioni dell’emisfero australe in un’esplosione di fantasia e colori. Di fronte invece c’è un pezzo senza nome che lascia volutamente spazio alla libera interpretazione: è stato realizzato da Emajons e Sbrama.

de-sidero-street art-abruzzo-aielli-borgo universo

De-sidero

Alla scoperta della street art di Aielli

Nella via che conduce alla torre si può ammirare l’opera di Emanuela Esposito e Valeria Iozzi che rappresenta figure femminili sviluppandosi su più case: forse uno dei miei preferiti.

Dal tono decisamente diverso è il pezzo di Nic, frutto dei ricordi dell’infanzia dell’artista, che frequentava una scuola vicino ad un mattatoio. Il murale realizzato ad Aielli vuole  sottolineare la decentralità dell’uomo rispetto all’universo e l’esigenza di guardare dentro di sé con umiltà e consapevolezza dei limiti che caratterizzano il nostro passaggio sulla terra. I colori e le immagini rimandano a qualcosa di inquietante in cui inconscio, paura e realtà si intrecciano.

Non lascia indifferente anche la grandiosa opera di Zamac che raffigura il mito di Fetonte, figlio di Apollo che, cadendo dal carro solare, creò la via Lattea e il deserto del Sahara.

fetonte-zomac-street art-abruzzo-aielli-borgo universo-aielli-

Il Fetonte di Zomac

Ma i murales sono veramente tanti: ad Aielli infatti ci si può imbattere in case completamente colorate, come quella dipinta in chiave pop o nell’incontro tra cielo e terra nell’opera Gemini. Bellissimo anche il pezzo dell’artista di origini marchigiane Yuri, noto per le sue opere in bianco, rosso e nero, in cui esalta sempre l’uso della bici, a discapito dell’automobile. Nell’opera ad Aielli le figure descrivono il ciclo delle stagioni integrato con un orologio solare. Presta poi attenzione alle mani sparse per tutto il borgo, realizzate da Orodé Deoro con la tecnica del mosaico ceramico.

I murales del 2020

Per l’edizione 2020 Millo ha creato lo stupendo Your sky, che sottolinea come dietro la superficie della realtà c’è a volte un intero universo da scoprire se si ha la volontà e la determinazione di provare.

millo-millo ad aielli-street art-abruzzo-aielli-borgo universo

L’opera di Millo mentre la stava ultimando

Tra le novità c’è poi la parete di An Wei in cui è stato ritratto anche il sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, ucciso nel 2010. Un omaggio al primo cittadino di un paese con cui Aiello è gemellato.
Bellissimo anche  il grande muro di Holaf e C.A. Giardina, con un gioco di equilibri straordinari che vede sulla cima un orso. Ad accoglierti ad Aielli, nella parte bassa del paese, c’è poi un’altra delle ultime creazioni: le coloratissime pareti di Sawe.

Holaf e C.A.Giadina-street art-abruzzo-aielli-borgo universo

L’opera di Holaf e C.A.Giardina

 

Come avrai capito, di opere straordinarie da vedere in questo piccolo borgo abruzzese ce ne sono molte.

Per gli amanti della street art è sicuramente una tappa da non perdere, ma in generale credo sia una visita interessante un po’ per tutti: Borgo Universo ad Aielli mostra la volontà di valorizzare e ridare vita ad un paese poco conosciuto, che ora invece attira turisti e ha riscoperto la bellezza de suoi luoghi.

.

.

Condividi l'articolo!

1 Commento

Street art a Civitacampomarano, Molise - E allora parto 1 Giugno 2021 - 19:01

[…] o in Molise ti suggerisco anche un’altra tappa interessante per chi ama la street art: il festival Borgo Universo ad Aielli, anche qui l’arte è stata usata come strumento per valorizzare un piccolo […]

Reply

Scrivi un commento

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di uso. Fornisci il tuo ok o scopri di più per gestirli come preferisci. Accetta Leggi di più