Home » Visitare Rocca Calascio, uno dei castelli più suggestivi d’Abruzzo

Visitare Rocca Calascio, uno dei castelli più suggestivi d’Abruzzo

Di Camilla
Visitare Rocca Calascio

– Visitare Rocca Calascio –

Rocca Calascio è tra i luoghi più suggestivi dell’Abruzzo: dall’alto domina la vallata di Navelli e quella del Tirino, regalando una veduta privilegiata sulla meraviglia naturale del Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga. Scelta come set cinematografico per diversi film, Rocca Calascio è indubbiamente una delle tappe da non perdere in provincia de L’Aquila.

Sono stata a Rocca Calascio più volte, con la bella stagione così come d’inverno. Se qualcuno mi chiede cosa vedere in Abruzzo (la regione dove ormai vivo da diversi anni), questa è sicuramente una delle prime località che suggerisco. Non sono l’unica però a pensare che sia un posto imperdibile, anche il National Geographic ha inserito Rocca Calascio tra i 15 castelli da favola nel mondo.

parco nazionale Gran Sasso-Monti Laga-Abruzzo-Italia

Il panorama salendo verso la rocca

Visitare Rocca Calascio, tappa irrinunciabile in Abruzzo

Situata a 1460 metri d’altezza, Rocca Calascio fu costruita intorno all’anno 1000, in una posizione strategica a scopo difensivo. Era un perfetto punto d’osservazione militare, in comunicazione con altre torri e castelli vicini, fino all’Adriatico. Fu edificata in pietra bianca: è composta da un corpo centrale, di età anteriore – forse romana-, e da una cinta muraria merlata con quattro torri d’angolo circolari.

Visitare Rocca Calascio-Rocca Calascio-Gran Sasso-Abruzzo

Rocca Calascio

I primi documenti sulla rocca risalgono in realtà al 1380. Fu possedimento della baronia dei Carapelle, poi dei Piccolomini e infine passò ai Medici. La rocca fu soggetta a molti interventi, soprattutto verso la fine del 1400 su volere di Antonio Piccolomini. Nel 1703 fu danneggiata da un grande terremoto, ma tra il 1986 e il 1989 fu soggetta a vari interventi di restauro.

mura rocca calascio-Rocca Calascio-Abruzzo

Salendo verso la rocca

Alla rocca si accede da un ponticello in legno, un tempo ponte levatoio. Visitare Rocca Calascio è semplice perché il castello è sempre accessibile e gratuito. Intorno, ci sono i resti di mura e antiche case, ormai solo ruderi: erano le abitazioni sorte intorno al castello e distrutte dai vari terremoti.

Visitare Rocca Calascio è come entrare in un film

È indubbiamente la sua posizione a conferire a Rocca Calascio un fascino tutto particolare, a trasportare il visitatore in un passato fatto di cavalieri e signori. Si viene accolti in una dimensione quasi onirica, dove si perde il contatto con la vita frenetica di oggi e ci si ritrova in una magica quiete, affascinati dalla vastità della natura che la circonda. Non a caso, come anticipato sopra, qui sono stati girati molti film, da Lady Hawke a Il nome della rosa, passando per Il viaggio della sposa e L’orizzonte degli eventi.

Rocca Calascio-Abruzzo

Alcuni ruderi delle costruzioni intorno alla rocca

La chiesa della Madonna della Pietà

Nei pressi della rocca sorge la chiesa della Madonna della Pietà, dalla forma ottagonale. Pare sia stata costruita come ringraziamento per la vittoria ottenuta dagli abitanti locali contro una grossa banda di briganti, tra la fine del ‘500 e gli inizi del ‘600. Un elemento isolato dal resto del borgo e della rocca, ma che nonostante ciò si integra benissimo nell’insieme, dando quel tocco in più ad un paesaggio già di grande impatto.

Chiesa Madonna della pietà-Rocca Calascio-Abruzzo

Chiesa Madonna della pietà

Arrivare a Rocca Calascio

Per visitare Rocca Calascio occorre camminare un po’, dopo aver lasciato l’auto all’inizio dell’antico borgo di Calascio: sono circa  30/45 minuti a piedi, in gran parte in salita (scarpe comode, mi raccomando). Nel parcheggio c’è posto per una ventina, trenta macchine al massimo. 
Per raggiungere la rocca dovrai attraversare l’antico agglomerato: una breve passeggiata che vale la pena di essere fatta con calma. Questo piccolo borgo era stato abbandonato dopo il terremo del 1700, poi piano piano è stato recuperato e ristrutturato.

borgo Rocca Calascio-Abruzzo-LAquila-Italia

Scorcio del borgo sotto la rocca

Molte delle vecchie abitazioni ora sono strutture ricettive, tra cui taverne e ristoranti, ma anche botteghe artigiane. È un borgo piccolissimo e raccolto, con le case in pietra bianca e un intreccio di strette viuzze in salita: un tipico centro di montagna dall’impronta medievale. Ci sono anche diverse chiesette, che noi però abbiamo trovato chiuse.

negozi-Rocca Calascio-borgo Rocca calascio-Abruzzo

Negozi nell’antico borgo

Superato il borgo, si prosegue per una strada bianca fino alla chiesa della Madonna della Pietà di cui ti parlavo sopra e da lì si sale per una 10 di minuti verso la rocca vera e propria, con un sentiero tra i sassi, ma fattibilissimo. Si può scendere (e salire) anche senza arrivare alla chiesa ma tagliando il pendio, il consiglio però è di fare il percorso un po’ più lungo.

chiesa rocca calascio-rocca calascio-abruzzo

La chiesa della Madonna della pietà vista dalla rocca

Rocca Calascio e Santo Stefano di Sessanio

Il mio suggerimento è di visitare Rocca Calascio in abbinamento a Santo Stefano di Sessanio, che dista una quindicina di minuti d’auto. È un altro angolo d’Abruzzo incantevole, di cui ti parlerò in uno dei prossimi articoli.
Se sei un amante dei castelli come me, l’Abruzzo è una regione che ha molto da offrire: tra i luoghi da non perdere infatti ci sono anche Rocca Scalegna e il Castello Piccolomini.

.

.

 

Condividi l'articolo!

4 Commenti

Emanuela 1 Giugno 2019 - 20:32

Un posto dove stavo proprio pensando di venire questo fine settimana! Ho rimandato ma mi affascina molto camminare tra borghi e natura e quindi cercherò di visitarlo prima possibile. Da quello che suggerisci, mi sa meglio non d’estate!

Reply
Camilla 2 Giugno 2019 - 16:30

Ciao Emanuela, è un posto bellissimo in ogni momento, ma eviterei i giorni più turistici per godertelo con calma e senza troppo gente.

Reply
Valeria 20 Maggio 2019 - 22:12

Grazie per questo articolo cosí ricco di notizie! L’Abruzzo é una terra antica e ricca di tesori non ancora conosciuti come meriterebbero. Facciamo rinascere l’economia di queste zone attraverso il turismo!

Reply
Camilla 20 Maggio 2019 - 22:20

Ciao Valeria, hai perfettamente ragione: l’Abruzzo è una regione spesso sottovalutata, invece è piena di cose stupende da vedere.

Reply

Scrivi un commento