Home » Visitare Amalfi, cosa vedere nella perla della Costiera

Visitare Amalfi, cosa vedere nella perla della Costiera

Di Camilla
visitare amalfi, cosa vedere-amalfi-costiera amalfitana-campania

– Visitare Amalfi –

Amalfi è la regina della Costiera amalfitana insieme a Positano, d’altronde dà anche il nome a questo tratto incantevole di costa Tirrenica, tra i più belli d’Italia.

Amalfi è il susseguirsi di vicoletti e piazzette dai toni chiari, è la maestosità del duomo; è il panorama che toglie il fiato dai punti più alti dell’abitato; è il mare incantevole delle sue calette e delle ripide scogliere; è la sua importante storia legata al glorioso passato di Repubblica marinara, ma è anche il profumo delle limonaie che coprono i pendii.

limonaia-amalfi-costiera amalfitana-campania

Per le vie alte di Amalfi

Se vuoi sapere cosa vedere in Costiera amalfitana qui trovi il mio itinerario.

Visitare Amalfi è d’obbligo quando si arriva in Costiera: la prima cosa da fare, a mio parere, è affacciarsi dalla banchina per poter ammirare la città dal mare, un punto di vista privilegiato con l’abitato che si arrampica sulla collina.

panorama amalfi-amalfi-costiera amalfitana-campania

Panorama di Amalfi

Visitare Amalfi, cosa vedere

La città si può visitare in giornata, ma se hai tempo ti consiglio di fermarti una notte, così da poterti godere anche qualche ora di mare (ti dirò poi dove) o fare qualche passeggiata in mezzo alla natura (ci sono anche dei trekking).

Non si può visitare Amalfi e non partire dal duomo o cattedrale di Sant’Andrea.

È il gioiello della città. Fu costruita nel 987 in stile romanico con tre navate e una stupenda facciata in stile neo-moresco con influenze gotiche. All’interno ci sono stupendi affreschi, oltre alla cripta con le spoglie del patrono. Accanto si trova il bellissimo Chiostro del Paradiso in stile arabo-normanno.

duomo-amalfi-costiera amalfitana-campania

Duomo Amalfi

Io ero già stata anni fa ad Amalfi e avevo visitato gli interni in quell’occasione, a giugno quasi siamo tornati, purtroppo, il chiostro era chiuso e gli ingressi alla chiesa limitati per via delle misure anti Covid.  A rendere scenografico il duomo, l’avrai visto in decine di foto, è l’imponente scalinata che dà sulla piazza. Di fronte, nella piazza principale, c’è la bellissima fontana di Sant’Andrea.

vie amalfi-amalfi-costiera amalfitana-campania

Nel centro di Amalfi

Visitare Amalfi, in giro per i vicoli

Se il duomo è la tappa principale di una visita ad Amalfi, subito dopo non ti resta che iniziare a gironzolare per le viuzze, perché il bello di un posto come questo è proprio la sua struttura: attorno alla strada principale, dove si affacciano gran parte dei negozi e dei locali, si snoda un intreccio di stradine e piazzette, che rendono Amalfi tanto suggestiva. La cosa che mi ha colpita subito sono i camminamenti sotto le case: in alcuni tratti, infatti, si passa in una sorta di gallerie bianche realizzate al piano terra degli edifici.

case amalfi-amalfi-costiera amalfitana-campania

Nel centro di Amalfi

Amalfi dall’alto

Una delle parti più caratteristiche è quella del rione vagliendola: sali fino alla parte alta di sera, verso l’ora del tramonto, il panorama è un incanto.  Altro punto con vista mozzafiato che devi mettere in programma quando pensi di vistare Amalfi è quello dal cimitero monumentale: non sono in molti ad andare fin lassù ed è una vera meraviglia. Puoi salire a piedi oppure arrivare in cima con l’ascensore, che si prende sotto la galleria che collega Amalfi e Atrani, e poi scendere a piedi verso quest’ultima.

veduta cimitero monumentale-amalfi-costiera amalfitana-campania

Panorama dal cimitero monumentale

Da Amalfi ad Atrani

La vista dal cimitero e la passeggiata che da lassù porta ad Atrani sono tra le immagini più forti che porto dal mio soggiorno ad Amalfi: il percorso tra le viuzze e le bianche abitazioni impreziosite di fiori, con gli stupendi affacci che guardano lungo la costiera, è incantevole. Metti in conto di ritrovarti ogni tanto in qualche vicolo cieco, praticamente a casa di qualcuno. La passeggiata dura una mezz’oretta.

panorama atrani-amalfi-costiera amalfitana-campania

Nel percorso tra Amalfi e Atrani

Alla fine giungerai nella piazzetta di Atrani, con i suoi edifici bianchi: un luogo che è rimasto fermo nel tempo. Sai quando pensi ai centri dei piccoli paesi del sud Italia di una cinquantina di anni fa? Atrani rispecchia benissimo quell’immaginario.

atrani-amalfi-costiera amalfitana-campania

La piazza di Atrani

Per ritornare ad Amalfi non dovrai ripercorrere a ritroso la collina, anche perché questa volta sarebbe in salita e quindi faticoso: puoi prendere la strada principale, quella che fa tutta la costiera, e prima del curvone, passando all’interno di un ristorante (è segnalato il passaggio), taglierai buona parte dello sperone di roccia attraverso una galleria e ti ritroverai al punto di partenza.

Musei di Amalfi

Tra le cose da mettere in programma quando si visita Amalfi ci sarebbe anche l’ex arsenale della flotta della repubblica marinara, oggi museo della bussola e dell’arte marinara: è di fronte al porto, ma a giugno era ancora chiuso.

porto amalfi-amalfi-costiera amalfitana-campania

Porto di Amalfi

Amalfi e l’antica tradizione della carta

Se vai ad Amalfi una tappa da fare è al museo della carta, nella parte alta del paese: molti lo tralasciano ma io devo dire che ho apprezzato tanto la visita guidata. L’esposizione, situata all’interno di un’ex cartiera, non è molto grande, ma permette di comprendere perfettamente questa antichissima tradizione, uno dei vanti della città di Amalfi, la cui carta è di qualità particolarmente pregiata.

museo della carta-amalfi-costiera amalfitana-campania

Museo della carta

La produzione della carta nella città marinara iniziò probabilmente intorno al 1231 e nel museo si può capire come funzionavano le macchine e come cambiò la lavorazione negli anni. Il costo è 4 euro e secondo me li vale tutti.

Una chicca di Amalfi

Una cosa molto particolare e ormai diventata famosa ad Amalfi è la fontana de cape e‘ ciucci, chiamata così perché qui si abbeveravano i muli:  all’interno vi è stato creato un presepe, in parte sommerso. Si trova lungo la via principale che attraversa il paese. Proseguendo ancora verso l’alto, in direzione del museo della carta, sul lato di una casa si vede una riproduzione di un borgo, che a me è piaciuta molto.

Visitare Amalfi, cosa vedere in mezzo alla natura

Da Amalfi partono anche alcuni trekking o camminate in mezzo al verde. Le indicazioni non sono chiarissime, devo dire la verità. Noi abbiamo dovuto chiedere più volte a gente del posto: ne è anche uscita una divertente discussione tra signori che sembravano parlare di percorsi completamente diversi.
Dalle informazioni che sono riuscita a raccogliere ti posso dire quanto segue.

La valle dei Mulini

Dopo il museo della carta inizia il percorso della valle dei Mulini, che è la passeggiata che abbiamo fatto noi. Molto breve e purtroppo non tenuta benissimo (forse però dipende dal fatto che siamo andati poco dopo la riapertura post lockdown).

valle dei mulini-amalfi-costiera amalfitana-campania

Valle dei mulini

Si tratta di una mulattiera circondata dalla vegetazione che costeggia vecchi edifici, in pratica gli antichi mulini, e alcune limonaie. Alla fine si giunge ad una cascata proprio sotto una di queste struttura. Se vuoi staccare dal movimento del centro (perché ad Amalfi c’è un gran via vai) senza fare lunghi trekking questa è una buona soluzione.

Poi c’è la valle delle Ferriere: il percorso dovrebbe durare circa 3 ore ed essere anche parecchio bello, ma noi non abbiamo avuto tempo di farlo.

Amalfi tra spiagge e grotte

Se sei ad Amalfi e vuoi rilassarti un po’ anche in spiaggia il mio suggerimento è quello di andare a Duoglio, una caletta molto carina con la roccia a picco sul mare e l’acqua cristallina. Non è molto grande e praticamente la parte di spiaggia libera è quasi inesistente, quindi devi prendere un ombrellone (non è economico ma pazienza). Quando siamo andati noi c’erano due stabilimenti, uno fa anche il servizio barca/navetta. In ogni caso dal porto di Amalfi partono spesso barche che fanno il giro della costa. Si dovrebbe poter arrivare anche dalla strada in alto con una serie di scalini, ma via mare è molto comodo.

Subito dopo c’è la spiaggia di Santa Croce, noi l’abbiamo vista dalla barca ma l’impressione è che fosse più piccola e affollata di Duoglio.

Tra le cose da vedere ad Amalfi c’è poi la spettacolare grotta dello Smeraldo, una delle attrazioni più famose. Si raggiunge in barca, anche in questo caso partendo dal porto di Amalfi. Si arriva all’ingresso della grotta e da lì si sale su una barchetta più piccola per accedervi. Il costo è 15 euro.

Dove mangiare ad Amalfi

Vuoi visitare Amalfi e non mangiare qualcosa di tipico? Io, essendo vegetariana, non ho mangiato il pesce però posso dirti che se vuoi gustare un’ottima pizza in un giardino di limoni, Pizzeria Donna Stella è il posto ideale: la location è molto carina e la pizza ottima. Per un cuoppo di verdure ( lo fanno anche di pesce), c’è la friggitoria Cuoppo d’Amalfi.

Poi devi assolutamente assaggiare i dolci: ad Amalfi ci sono due pasticcerie molto note ed entrambe ottime (le ho provate entrambe per esserne sicura): la prima è Pansa, a sinistra del duomo scendendo la scalinata; poco più avanti, nella stradina che dalla piazza del duomo porta al molo, c’è invece Savoia.

Spero che questo articolo sia utile per visitare Amalfi e scoprirne tutta la sua bellezza. Se vuoi lasciare anche i tuoi suggerimenti scrivili pure nei commenti. Il mio consiglio se vai in Costiera è però quello di fare tappa anche a Ravello, che è un vero gioiellino. 

.

.

 

Condividi l'articolo!

1 Commento

Cosa fare a Positano in un giorno - E allora parto I viaggi di Camilla 9 Settembre 2020 - 7:28

[…] fascino. È stata l’ultima tappa del nostro tour in Costiera amalfitana, che ha toccato anche Amalfi, Ravello e Vietri sul Mare. In questo articolo ti racconto cosa fare a Positano in un giorno. Noi […]

Reply

Scrivi un commento

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di uso. Fornisci il tuo ok o scopri di più per gestirli come preferisci. Accetta Leggi di più