Home » Cosa vedere a Bahir Dar, dai monasteri alle cascate del Nilo azzurro

Cosa vedere a Bahir Dar, dai monasteri alle cascate del Nilo azzurro

Di Camilla
cosa vedere a Bahir Dar- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

– Cosa vedere a Bahir Dar –

Tra antichi monasteri, spettacolari cascate e lunghi viali di palme e fiori colorati, Bahir Dar (o Bahar Dar come scrivono altri) è una delle città più turistiche dell’Etiopia: costruita sulla sponda sud del lago Tana ,è anche la terza più grande del paese dopo Addis Abeba e Dire Daua.

Per noi che vivevamo in un villaggio (per chi non lo sapesse io e il mio compagno siamo stati in Etiopia lavorando con una ONG), dove l’unica attrazione era un anonimo arco lasciato della presenza coloniale italiana, arrivare a Bahir Dar faceva sempre un certo effetto. Era quasi come andare in vacanza (anche perché lì l’acqua c’era sempre mentre da noi no), anche se nella maggior parte delle volte si trattava di viaggi di lavoro.

Con il suo clima dai tratti tropicali, i larghi viali asfaltati, i tanti resort e una grande università, Bahir Dar era già segno di un’Etiopia che voleva emergere – e soprattutto mostrare al mondo la sua capacità di sviluppo – nonostante i numerosi problemi. Bastava però camminare un po’ nelle vie laterali per ritrovare tutti i tratti di un paese molto povero, con interi quartieri fatti di baracche senza luce e acqua. Basti pensare al centralissimo Koshekoshe di cui ho già parlato.

Cosa vedere a Bahir Dar

Una visita a Bahir Dar ti permette di scoprire due aspetti dell’Etiopia molto interessanti, quello naturalistico e quello tradizionale-religioso, andando dalle monumentali cascate del Nilo azzurro e ai suggestivi monasteri del lago Tana.

I monasteri del lago Tana

Il lago Tana, il bacino più grande del paese, ha un ruolo centrale per la comunità: in primis perché la pesca è una delle attività principali, ma anche per la presenza di numerosi monasteri lungo le sue coste e soprattutto su molte delle sue 37 isole. In Etiopia, la maggior parte della popolazione è cattolica-ortodossa e la fede religiosa è una parte fondamentale della vita delle persone. Sul lago si possono visitare alcuni monasteri tra i più importanti del paese, risalenti al XIII e XIV secolo, anche se alcuni sono stati ricostruiti dopo aver subito danni.

Tour tra le isole del lago Tana

I monasteri più vicini sono raggiungibili con un’ora di barca – il lago praticamente è in centro città. Noi abbiamo trovato un’imbarcazione con accompagnatore grazie ad un nostro collega etiope, ma per chi non ha contatti è più facile chiedere all’hotel di prenotare il tour così da  evitare che aumentino i prezzi vedendoti un turista.

monostaro-monastero laga tana- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Disegni all’interno del monastero

Tra natura e dipinti

Una volta messo piede sulle isole (e su una delle penisole), si inizia a passeggiare in mezzo a una fitta e rigogliosa vegetazione, fatta di piante tropicali. Un percorso immersi nel silenzio, lontanissimo dal caos della città: quasi un cammino di preparazione alla visita del luogo sacro. Va tenuto presente che, come per alcune chiese del Tigray, non sempre le donne sono ammesse all’interno dei monasteri: un esempio è il monastero Daga Estifanos, dove secondo la tradizione è sepolto l’importante imperatore Fasiladis.

monasteri-lago tana- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Croce in uno dei monasteri

I monasteri dall’esterno sono piuttosto spartani, a forma circolare, fatti di terra, paglia e legno, coperti da tetti in lamiera. All’interno però custodiscono vivacissimi dipinti che raffigurano le scene della Bibbia: pareti intere ricoperte da disegni in stile naïf  dai forti colori. Nella parte centrale c’è una stanza dove non si può accedere, perché vi è custodita una copia dell’Arca dell’alleanza. La leggenda etiope vuole che la vera Arca dell’alleanza sia conservata ad Axum, nel nord del paese: viene tirata fuori una sola volta all’anno, per il Timkat.

monastero lago tana- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Debre Mariam

I monasteri sul lago vanno assolutamente inseriti in un elenco di cosa vedere a Bahir Dar e in Etiopia in generale. Tra i più importanti vi sono Ura Kidane Mihret, Azewa Maryam, Bete Maryam, Kebran Gabriel e Beta Giorgis.

monaco-lago tana- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Un monaco in preghiera

Ad accogliere fedeli e visitatori c’è spesso un monaco, a cui lasciare un’offerta: molto volentieri ti mostrerà i testi sacri, grandi manoscritti decorati con disegni simili a quelli delle pareti e rilegati con tavolette di legno ricoperte di pelle. Lungo il corridoio circolare troverai gli immancabili strumenti tipici delle cerimonie religiose: grandi tamburi, croci e sonagli.

lago tana- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Barca tradizionale sul lago Tana

Navigando sul lago è facile imbattersi nelle piccole imbarcazioni tradizionali usate per la pesca, fatte di foglie e canne.

Cosa vedere a Bahir Dar, le cascate del Nilo azzurro

Se penso a cosa vedere a Bahir Dar, la mente va subito alle cascate del Nilo azzurro. A seconda della stagione, quella secca o quella delle piogge, lo spettacolo cambia. Ad incidere è anche l’attività di una centrale costruita lì vicino, che può ridurre la portata dell’acqua. Nella stagione arida mi hanno detto che si può scendere fin sotto le cascate. Noi siamo stati durante i mesi di pioggia, quando le acque del fiume sono di un marrone accesso, perché trascinano via la terra rossa tipica di queste zone. In quel periodo le cascate sono piene e la forza dell’acqua dirompente: è uno spettacolo magnifico. Il verde acceso della vegetazione e il rosso delle acque che precipita in una nuvola di fumo.

Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Lungo la strada per le cascate

Le cascate si trovano a meno di 30 km da Bahir Dar, si possono raggiungere in bus o affittando un’auto privata con autista. Il primo tratto si fa in auto, poi si prosegue a piedi. Si attraversa un antico ponte e si segue il sentiero immerso nel verde. Il tragitto non è lungo e costeggia alcune abitazioni tradizionali fatte di fango e paglia.

cascata nilo azzurro-cascata bahir dar- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Nilo azzurro

Noi ci siamo stati accompagnati da alcuni carissimi amici etiopi e per me è uno dei ricordi più belli di quei mesi. Dopo il tratto di passeggiata ci si trova davanti la magnificenza della natura: quell’immenso fiume marrone che si getta a precipizio. Se si è a Bahir Dar è assolutamente una tappa da fare. Arrivati nella piana d’osservazione, dove non c’è nulla se non erba, piante e sassi, abbiamo trovato anche una signora con tutta l’attrezzatura per la tradizionale cerimonia del caffè.

cascate nilo azzurro- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Cascate del Nilo azzurro

Al mercato di Bahir Dar

Se in un elenco di cosa vedere a Bahir Dar è d’obbligo mettere monasteri sul lago e cascate, è anche vero che per conoscere uno spaccato d’Etiopia io ti consiglio una tappa al mercato. È principalmente un mercato di frutta e verdura, ma ci troverai anche stoffe, vestiti e oggetti tradizionali, così come pezzi d’importazione soprattutto dalla Cina. Preparati però, perché i mercati etiopi sono anche i luoghi dove si tocca spesso con mano la povertà del paese.

mercato bahir dar- Bahir Dar-Bahar Dar-Etiopia- Ethiopia-Africa

Il mercato di Bahir Dar

Raggiungere Bahir Dar

Bahir Dar si può raggiungere con i bus (Selam bus) da Addis Abeba e Gondar, oppure via aereo sempre dalla capitale e da Lalibela.

Spero che questo viaggio tra monasteri e cascate ti sia piaciuto e ti abbia permesso di conoscere un paese a cui sono estremamente legata.

Condividi l'articolo!

Scrivi un commento