Home » Street art a Rotterdam, la città dei murales

Street art a Rotterdam, la città dei murales

Di Camilla
Street art a Rotterdam-Rotterdam-Olanda-Paesi Bassi-Europa

– Street art Rotterdam –

Rotterdam è famosa per la sua visionaria architettura, particolarmente attenta anche al lato della sostenibilità, ma dal punto di vista creativo e artistico c’è anche un’altra cosa che salta subito agli occhi: i muri ricoperti da straordinari graffiti.

La street art a Rotterdam caratterizza le facciate di edifici in moltissimi quartieri ed è inoltre promossa attraverso progetti pubblici che coinvolgono non solo writers, ma anche studi di architettura e design. A testimoniare l’attenzione per l’arte urbana c’è anche il Rotterdam Street Art Museum, un vero e proprio museo di murales all’aperto, lungo la West-Kruiskade. Fermarsi solo a questa via, seppur lunga 7 chilometri, sarebbe un peccato, perché anche in altre zone della città si possono ammirare opere stupende, veri e propri capolavori di creatività e realizzazione.

sud di rotterdam-Rotterdam-Olanda-Paesi Bassi-Europa

Uno dei murales in Hillekopplein, zona a sud di Rooterdam

I graffiti vengono sapientemente utilizzati per impreziosire i quartieri, da quelli centrali a quelli più periferici: si trovano sui pilastri dei cavalcavia, come siamo abituati a vederli un po’ ovunque, sui muri che circondano giardini e spazi pubblici, sulle facciate di alti edifici moderni che spesso ospitano uffici, così come sui palazzi meno centrali adibiti ad appartamenti.

L’app della street art a Rotterdam

Il modo migliore per scoprire la street art a Rotterdam è affidarsi all’app Rewriters, che raggruppa in 8 percorsi i più bei pezzi in città. L’app viene spesso aggiornata e alle immagini dei murales è affiancata una spiegazione scritta e audio. Viene mostrato il percorso e viene data anche una stima dei tempi per completare il tragitto. In realtà sono disponibili anche dei tour guidati della street art di Rotterdam, ma secondo me l’app è più che sufficiente. Seguire tutti i percorsi in due o tre giorni non è facile, perché comunque c’è anche altro da fare a Rotterdam, ma potendo vedere le foto nell’app è possibile farsi un’idea degli itinerari che potrebbero piacere di più, in base ai gusti personali, e scegliere quale visitare.

street art interattiva-make it happen-Rotterdam-Olanda-Paesi Bassi-Europa

Rotterdam 2115

Rotterdam street art museum

Sicuramente la strada di Rotterdam più famosa per i suoi murales è West-Kruiskade: non a caso rientra in quello che viene definito il Rotterdam Street Art Museum. È una delle zone più multiculturali della città e questa sua caratteristica oggi viene molto apprezzata. Un tempo però non aveva una grande reputazione, anche per via dello spaccio di droga. La realizzazione di questi graffiti ha contribuito al percorso di rivalorizzazione dell’area: in effetti ci sono opere stupende, a partire da quella un po’ psicadelica di John Travolta dell’artista greco Insane51, ispirata a Pulp Fiction.

Molto belli, secondo me, anche il graffito con l’immagina classica che prende forma da un nastro o il futuristico Rotterdam 2115, una colorata visione in cui gli uomini sono scomparsi e la natura prende il sopravvento. Un chiaro invito all’uomo a prendersi più cura del pianeta.

Non lontano dalla stazione centrale ci sono inoltre delle facciate di palazzi che non passano inosservate, alcune delle quali realizzate in collaborazione con studi di designer. (L’app le inserisce nel percorso central).

Street art a Rotterdam: i percorsi

Noi abbiamo avuto modo di scoprire personalmente diversi dei percorsi proposti dall’app. Tra quelli che sicuramente mi sono piaciuti di più c’è il city center, già solo per il murales del bimbo con il cartone varrebbe la pena fare questo giro.

street art-Rotterdam-Olanda-Paesi Bassi-Holland

Street art a Rotterdam

Ma di pezzi interessanti ce ne sono anche altri. Nelle vie laterali di Witte de Withstraat, ad esempio, si possono ammirare Mr Merida o Love Birds di Tymon, praticamente un quadro.

witthe the with-Rotterdam-Olanda-Paesi Bassi-Europa

Lungo Witte de Withstraat

I murales da non perdere

Un percorso un po’ più periferico, ma secondo me da non perdere in un giro alla scoperta della street art a Rotterdam, è anche Afrikaanderujk, nella zona a sud della città. Noi ci siamo andati dopo una passeggiata a Kop Van Zuid, altra zona assolutamente da visitare. In questo percorso abbiamo avuto modo di apprezzare alcuni tra i murales più suggestivi della città. L’opera di Pinocchio di Stefan Super A Thelen a mio parere è pazzesca, non solo per l’insieme ma anche per la cura dei dettagli, a partire dalle ombre. Tra l’altro, il bimbo ritratto è il figlio dell’artista.

Bellissimo anche quello con i tre volti di bambini in Hillekopplein e la grande faccia realizzata da Telmo Miel e Bates, dove si vedono una donna e uno scheletro. Interessante anche la prospettiva delle colonne del cavalcavia tutte disegnate.

Nella stessa zona ci sono un bel panda che grida di Woes, gli indiani del colombiano Jaba, che in realtà sono ispirati a dei lavoratori. Decisamente d’impatto è l’opera di Murmure che porta a riflettere sull’abuso della plastica. Non passano inosservati neanche i murales di Dodici con i tratti del fumetto, opera sponsorizzata da Fritz-Kola ma neanche il coloratissimo graffito di Dourone e Elodie.

Make It happen

Nel giro alla scoperta della street art a Rotterdam è impossibile non imbattersi in alcuni pezzi della serie Make it happen, commissionati dal consiglio comunale. Sono opere che invitano lo spettatore ad interagire diventando parte della creazione: a favorire questa relazione con il disegno ci sono elementi esterni ai muri come ad esempio un’altalena, una statua a forma di volpe in cui si può salire, una motocicletta.  La frase Make it happen compare nel disegno.

street art interattiva-Rotterdam-Olanda-Paesi Bassi-Europa

Uno dei pezzi di Make it happen

Sono un’appassionata di street art e ne vado alla ricerca in molte delle località che visito, come si nota navigando le pagine di questo blog. Sicuramente tra le città che ho più apprezzato per la street art ci sono Berlino e Lisbona, ma devo dire che Rotterdam mi ha sorpresa molto: la qualità delle opere è molto alta così come la loro varietà.

Ciò che mi ha colpita particolarmente è il fatto che l’arte urbana si trovi in molte parti della città, dalle vie centrali dello shopping ai quartieri più periferici, e che non sia quindi rilegata solo in alcune parti come spesso accade. Mi convinco sempre di più che la street art possa essere uno stupendo strumento per valorizzare i quartieri, anche quelli più periferici.

Spero che questo mia guida della street art a Rotterdam ti sia utile e ti permetta di scoprire un altro luogo estremamente creativo d’Europa.

.

.

 

Condividi l'articolo!

1 Commento

Street art, 7 città europee da non perdere - E allora parto 24 Giugno 2020 - 23:42

[…] dall’amministrazione locale. Per saperne di più ti invito a leggere il mio articolo sulla street art a Rotterdam, dove ti parlo dell’app creata per scoprire tutti i muri dipinti della città (Rewriters) e […]

Reply

Scrivi un commento

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di uso. Fornisci il tuo ok o scopri di più per gestirli come preferisci. Accetta Leggi di più